HOME SHARING TUSCANY: in Toscana la prima rete di Alberghi Diffusi che unisce villaggi e territori

Home Sharing Tuscany nasce ufficialmente nel mese di dicembre 2017, e si configura come la prima rete turistica con standard e qualità alberghiera diffusa. Raggruppa case e residenze, villaggi, piccole città, ville e casolari in un’unica grande organizzazione con servizi alberghieri a finalità turistica.

Fondatore del progetto è Enrico Buselli, già titolare di due alberghi diffusi in Toscana, un primo a Volterra ed un secondo a Montieri.

“Pensiamo in modalità di catena alberghiera, agiamo nel rispetto delle tradizioni e dei territori. Home Sharing Tuscany è un progetto con forti principi, unisce case, appartamenti, casolari e ville ai quali aggiunge servizi di alta qualità alberghiera. Per gestire al meglio i flussi turistici realizziamo delle reception centrali, da dove organizziamo i servizi di pulizia, di lavanderia e di manutenzione. Collaboriamo con ristoranti e caffè dei luoghi con i quali organizziamo i servizi di colazione, di mezza pensione e di chef a domicilio. Ci confrontiamo con le amministrazioni, con i commercianti e con gli imprenditori, partecipiamo attivamente alla vita cittadina. Rispettiamo molto i territori dove operiamo”.

Home Sharing Tuscany è un modello di sviluppo turistico concepito per valorizzare il patrimonio immobiliare, storico, culturale e naturalistico dei territori della Toscana. Le residenze sono di proprietà di privati cittadini, una diversa dall’altra, ognuna con proprie caratteristiche. Home Sharing Tuscany le perfeziona, trasforma delle “normali” case in ambienti perfetti per soggiorni turistici.

Per il prossimo 2018 sono previste aperture all’Isola d’Elba, a Castagneto Carducci, a Monticiano e a Castellina in Chianti. Il progetto prevede di inserire piccoli castelli e chalet nella natura, anche in modalità glamping.

Home Sharing Tuscany